La parola « senior » è una parola legata all’età che designa una categoria di persone e che copre diverse realtà. Esse vanno dai dirigenti dinamici e con esperienza ai giovani pensionati ai più avanzati in età.
Al di fuori del mondo aziendale, gli anziani possono essere definiti « persone anziane ». Potremmo chiamarli anziani, ma parleremo qui degli anziani.

Entrare in questa categoria è sempre più o meno facile a seconda che tu sia in buona forma, in buona salute, che tu abbia progetti da realizzare, una famiglia, amici, relazioni sociali, attività, ecc. .

Nella stagione autunnale, l’offerta di sessioni di soffrologia agli anziani consente loro di entrare in questo periodo con maggiore facilità. È un periodo molto delicato perché l’inverno segue ed è sempre un momento difficile per gli anziani, perché c’è meno luce, meno uscite … e più isolamento.

pubblicità

In questo periodo dell’anno e nella vita ci sono diverse situazioni che generano molto stress, eccone alcune e l’elenco non è esaustivo:

  • La fiducia nel suo corpo è infranta, invecchia e non risponde come prima, non lo riconosciamo più veramente allo specchio. Il dubbio si assesta sulle proprie capacità, si sviluppano le paure, arriva l’ansia.
  • L’isolamento accentua questo passaggio, è fonte di tensione e ritiro.
  • Compaiono problemi di sonno, le notti sono più brevi, tritate, lasciano il posto alla ruminazione di pensieri che possono rapidamente diventare parassiti.
  • Anche la concentrazione diventa più difficile, la memoria meno affidabile.
  • Possono apparire problemi di salute, anche lievi, ma spesso accompagnati da farmaci « per tutta la vita ».
  • La serie di test da eseguire per il monitoraggio della salute può diventare onerosa.

Lungi dal disegnare una lavagna di questo stadio della vita, legata all’invecchiamento di ciascuno, c’è una realtà da tenere in considerazione perché è possibile intervenire grazie a una cura mirata e consapevole. Questo è un periodo in cui ci sono lutti che non sono facili, un po ‘come una muta … devi prepararti a scivolare in un’altra pelle.

Se, nella tua vita, non hai avuto l’opportunità di imparare a chiederti, a smettere di fare il punto della situazione, a rilassarti, a prenderti il ​​tempo per te stesso, a liberare le tensioni, è difficile farlo da solo in un momento fragile come questo.
I club e le associazioni senior che offrono sessioni di soprologia saranno di grande aiuto per superare queste fasi.
La pratica di terapia di rilassamento potrebbe essere una risposta perfettamente adatta a questo pubblico. Porta benessere immediato a chi lo pratica. Facile da installare, morbido e di facile ascolto, non invasivo, consente agli anziani di sedersi, ascoltare i loro corpi e ricaricare le batterie in un ambiente calmo e premuroso.

Una riunione settimanale dà un ritmo non impegnativo e spesso previsto. La visualizzazione di immagini positive, utilizzate nella soprologia, è anche un’opportunità per invocare immagini delle loro esperienze che le persone anziane si divertono a ricordare. Il lavoro di respirazione rende anche possibile sentire, sentire il « respiro della vita » ancora presente in essi.

Le sessioni di gruppo sono anche un buon approccio per questo pubblico. Consentono inoltre alle singole sessioni di uscire dall’isolamento, di trovarsi, di parlare di se stessi. Uno scambio benevolo tra persone che stanno attraversando cose simili.

Ma al di là della soprologia « benessere » permette loro di riprendere il controllo su se stessi. Agisci, non solo soffrire, prenditi « un momento per te » e lascia andare per alleggerire il corpo e la mente. Gli anziani ne escono crescendo – non smetti mai di crescere – più fiducioso, calmato … supporto per trascorrere il caldo invernale.

Autore: Sandrine CORDANI, Sophrologie.