Sono abituati a prendersi cura degli altri. Ma chi si prende cura dei caregiver?

Aiuta te stesso in modo da poter aiutare gli altri.

caregivers spesso tendono a mettere in attesa la propria vita, il che può portarli a esaurimento fisico e moralee condurli al depressione.

Questo vale sia per coloro che ne fanno la loro professione sia per coloro che si prendono cura dei propri cari. Prendersi cura di una persona cara malata a volte può generare reazioni eccessive nei suoi confronti, che poi ci fanno rimpiangere molto rapidamente le nostre azioni e sentirci in colpa.

In che modo può aiutare la sofrologia?

La Sofrologia consente al caregiver di esprimere ciò che sta vivendo. Lei gli insegna a incanalare la sua rabbia se necessario, a fai un passo indietro su cosa succede, a ritrovare la calma in modo che il rapporto con il paziente sia pacifico.

Le sessioni di terapia di rilassamento aiuta anche a ripristinare l’autostima e la fiducia quando ti senti sopraffatto. Possono anche essere un momento per chiederti e pensare a ciò che vuoi davvero, al fine di prendere le giuste decisioni.

Nel caso di sessioni di gruppo, possono anche creare un legame sociale, un luogo di condivisione delle difficoltà.

In sostanza, la sofrologia migliora il caregiver per dargli l’energia di cui ha bisogno e la capacità di coltivare il positivo, anche quando tutto sembra andare storto.

E tu, hai esperienza nel supportare persone malate o fragili? Di cosa avresti bisogno per sentirti meglio? Condividi le tue esperienze con noi nei commenti o sulla nostra pagina Facebook!