Nel corso degli anni, gli studi hanno continuato a evidenziare l’interesse della soprologia nel supportare i pazienti, in particolare quelli che soffrono di gravi patologie.

Riconosciuto come uno dei trattamenti di supporto * negli ultimi Piano per il cancro 2014-2019 istituita dal governo, la sofrologia sembra essere sempre più acclamata dai pazienti e dalle squadre che li accompagnano.

L’Institut Curie offre, all’interno della sua struttura, dal 2007, sessioni di soprologia. È stato quindi condotto uno studio osservazionale con due gruppi di donne affette da carcinoma mammario non metastatizzato e sottoposti a trattamento chemioterapico.

pubblicità

Questo trattamento è lungo e pesante. La stragrande maggioranza delle persone in trattamento lamentano affaticamento, effetti collaterali e ansia.

Per far fronte a questo momento percepito come difficile, le sessioni di sophrology potrebbero quindi avere tutta la legittimità riguardo agli effetti normalmente portati da questo metodo.

Due gruppi di studio

Lo studio ha esaminato 41 donne di età compresa tra 26 e 66 anni, con un’età media di 51 anni. Il primo gruppo comprendeva 22 donne che seguivano le sessioni durante il trattamento. Il secondo era composto da 19 donne che hanno iniziato le sessioni alla fine e dopo il trattamento di chemioterapia.

Per il primo gruppo, l’ansia e la qualità degli indici di vita tra l’inizio e la fine delle sessioni sono state notevolmente migliorate. La nausea potrebbe essere stata ridotta. Tuttavia, non è stata segnalata incidenza in relazione a segni di affaticamento o insonnia. Un punteggio medio di 8.5 / 10 è stato assegnato agli effetti delle sessioni da questo gruppo.

Il secondo gruppo ha riferito, a differenza del primo, un effetto favorevole sul sonno. La qualità della vita è percepita, sempre in netto miglioramento. Le sessioni sembrano anche aver avuto un impatto positivo sugli episodi di ansia e nausea.

La media fornita da questo gruppo è stata di 8.37 / 10.

Risultati conclusivi

Feedback positivo che, ovviamente, dovrebbe essere valutato perché è uno studio osservazionale, ma che si sovrappone al feedback di molti malati di cancro che hanno scelto la soprologia come terapia di supporto *.

I risultati di questo studio sono disponibili nell’ultimo numero della rivista cura numero 800 del novembre 2015.

FXJ

* terapia di supporto: terapia di supporto significa tutte le cure che possono integrare un trattamento tradizionale per aiutarlo a combattere la sua malattia e migliorare