È necessario presentartelo? Un modello internazionale, Gisele BUNDCHEN è ora anche un ambasciatore benessere e relax. Dal terapia di rilassamento inoltre sembrerebbe! Quando scriviamo Sophro Actu, ovviamente, confermiamo!

Respirazione: tecnica chiave del manichino

Nel video che condividiamo con te in fondo a questo articolo, possiamo scoprire Gisele Bündchen che esalta i meriti di respirazione alternata. Un esercizio noto agli specialisti di benessere chi ci legge, per scoprire e provare per i principianti in materia. Questo metodo consiste nel premere a turno la narice sinistra, quindi la narice destra, per far circolare alternativamente un flusso d’aria, strumento perfetto per combattereansia, la respirazione alternata aiuta a calmare la mente e chiarire le sue idee.

Una vita frenetica quindi un desiderio di calma

Nata nel 1980 in Brasile, Gisele Bündchen si è imposta molto giovane nel mondo della moda iniziando le sfilate di moda a soli 13 anni. suo notorietà esplode qualche anno dopo quando diventa uno degli Angeli Segreti di Victoria. Segue quindi una carriera straordinaria. Sfila per i più grandi nomi della moda e diventa il volto di molti marchi. La sua straordinaria carriera gli consente di investire in diversi cause umanitarie, in particolare la lotta contro l’AIDS. Partecipa in particolare a I am African e propone anche volontariamente American Express Red Card, un’iniziativa condivisa con Bono (dal gruppo U2) per inviare fondi alle vittime dell’AIDS in Africa. È quindi naturalmente dopo questa frenetica vita che si rivolge allo yoga, alla meditazione, al rilassamento e alla promozione del benessere. Oggi condivide le sue tecniche Anti-stress per combattereansia e forgiare una mente calma di fronte al tumulto che ha vissuto durante la sua vita.

Sofrologia e celebrità, corrisponde!

Sempre più popolare tra le persone oggi, il terapia di rilassamento consente loro di gestire la propria carriera con più prospettive, tieni i piedi per terra e rifocalizzare sulle basi. È quindi normale vedere un aumento del numero di persone, rinomate o meno, che si rivolgono a questo metodo.

E tu, hai mai provato a respirare alternatamente? Raccontaci della tua esperienza di questo esercizio nel commento dell’articolo o sulla nostra pagina Facebook.