Il mondo è limitato e ci mette in difficoltà e ci spaventa. I bambini, dietro la loro aria spensierata, possono anche avere paure. Come posso aiutarli?

Innanzitutto, il stress infantile non è sempre da evitare. La sua gravità dipende dalle sue reazioni a situazioni stressanti.

Lo stress può essere positivo : generato dalle situazioni quotidiane del bambino, come andare a scuola, farsi vaccinare, andare dal dottore. I bambini devono affrontare queste situazioni, insegna loro a gestire le frustrazioni.

Sarà considerato tollerabile quando il bambino attraversa una situazione che non può gestire da solo. Questo può manifestarsi come incubi o diminuzione dell’appetito. Questo potrebbe essere il caso adesso, durante questo periodo di epidemia e di confino. Il bambino si rende conto che sta accadendo qualcosa di nuovo e stressante ai genitori, ma nessuno spiega davvero di cosa si tratti.

pubblicità

Diverse soluzioni sono disponibili per i genitori. Il primo è provare a chattare con tuo figlio, per scoprire cosa comprendono sulla situazione. Potrebbe vederlo molto più serio di quanto non sia in realtà. In tal caso, è interessante spiegarle cosa sta succedendo in parole semplici e rispondere alle sue domande.

Possono anche avere bambini che hanno difficoltà ad addormentarsi o che si svegliano di notte con incubi esercizi di respirazione che i genitori avranno spiegato durante il giorno. Sarà anche un momento di condivisione con i genitori durante il giorno, che lo rassicurerà e lo aiuterà a spostarsi verso una maggiore autonomia.