Hai voglia di respirare male? Sappi che lo stress è probabilmente il colpevole.

Perché la respirazione, così naturale, a volte può diventare un problema?

Se non hai una condizione respiratoria, non fumare e hai ancora voglia di respirare male, lo stress è sicuramente il colpevole. Influisce direttamente sulla respirazione e la situazione può rapidamente peggiorare di fronte a sconvolgimenti emotivi. Con lo stress, la respirazione diventa toracica (alta) e incompleta e le emozioni sepolte contraggono il diaframma. Quando dura nel tempo, non è raro che compaiano anche palpitazioni, dolore toracico o sensazione di oppressione.

In effetti, quando respiriamo male, l’organismo presenta i segni di uno stato di allerta: la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumentano, la digestione rallenta … Immagina le conseguenze di tutto questo per mesi e anni!

Cosa fare in caso di difficoltà respiratoria?

La prima cosa da fare è andare dal medico per assicurarsi che non vi siano patologie sottostanti. Quindi, devi imparare a respirare meglio, ad esempio con la Soffrologia! In effetti, la respirazione controllata ti consente di calmare il corpo e la mente. Pertanto, calma le tue emozioni e tutte le reazioni fisiologiche correlate. Essere in controllo del tuo respiro è quindi in un certo senso, riprendere il controllo della tua vita!